Ascolta Radio Lady Ascolta Radio Sei Sei Radio Lady
scegli la data di ricerca
Cronaca
57
Utenti Online:
Contatti Oggi
12619
Utenti:
13702
Pagine:
Contatti Ieri
12075
Utenti:
13846
Pagine:
  registrati
Empoli F.C.BasketCalcio UISP
scrivici un messaggio
Pisa

Strade allagate e zone senza corrente a causa del maltempo

Piove abbondantemente su tutto il bacino del Serchio e a Vecchiano. Sono già caduti 80 millimetri d'acqua in poche ore
11/11/2012 - 11:05

Strade allagate e ampie zone senza corrente elettrica, a causa del maltempo, a Pisa. Decine gli interventi dei vigili del fuoco, con sottopassi allagati e la rete fognaria che fatica a ricevere l'imponente mole d'acqua che si è abbattuta sul territorio.

 

"Stiamo monitorando la situazione che è difficile ma ancora sotto controllo - spiega il vicesindaco di Pisa, Paolo Ghezzi che ha la delega alla Protezione civile - e non c'é stata necessità di spostare le persone dalle loro abitazioni, anche se sono tanti gli allagamenti in città dovuti alla rete fognaria che fatica a ricevere l'acqua. Sono già caduti 80 millimetri d'acqua in poche ore e abbiamo avuto punte di 120 millimetri all'ora".

 

Situazione di allerta anche in altre zone del Pisano: piove abbondantemente su tutto il bacino del Serchio e a Vecchiano (Pisa) torna l'incubo dell'alluvione del 2009 mentre la Protezione civile tiene sotto stretta osservazione le ondate di piena che dal fiume arrivano ripetutamente a valle.

 

 
AGGIORNAMENTO 13:14 - RIPRISTINATA CORRENTE ELETTRICA
 

 

 Dopo quasi quattro ore di disagi, la corrente elettrica è stata ripristinata nella zona di San Giusto, a Pisa, ma in città ci sono ancora zone al buio. Lo rende noto Enel che spiega la causa dei disagi: "Ci sono due cabine di trasformazione, che erogano la bassa tensione, allagate. Le linee di media tensione non registra alcun disservizio, ma la clientela servita dalle linee di bassa in uscita dalle cabine allagate è al momento disalimentata. Il problema interessa complessivamente 150 clienti".

 

 

LA SITUAZIONE A VECCHIANO

 

Ancora in salita l'ondata di piena che ha interessato il Fiume Serchio. Alle 11,30 il fiume a Vecchiano aveva una portata di 960 mc/s.

 

La piena sotto sorveglianza vigile da stamattina, ha provocato un innalzamento dei livelli del fiume che ha superato i 7 metri sul livello medio mare, quando stamattina alle 5,30 l'acqua raggiungeva il metro scarso.
In questi casi, il Consorzio di Bonifica Versilia Massaciuccoli, chiude le cateratte che si trovano lungo il corso d'acqua per evitare rigurgiti nelle zona interne verso gli abitati di Avane e Filettole.
Anche con la chiusura delle cateratte si continua a scolmare acqua dagli abitati (più bassi rispetto al Serchio) con gli impianti idrovori di Avane e Filettole. Quest'ultimo è stato potenziato proprio lo scorso 29 giugno, raddoppiandone la capacità.

 

"Ma questo lavoro non basta - spiega il Commissario del Consorzio Fortunato Angelini - purtroppo la zona di Filettole soffre un problema legato alla tombatura di molti canali avvenuta negli anni '60 sui quali è possibile intervenire solo con un intervento strutturato e costoso".

 

GLI ALLAGAMENTI

 

Ecco la situazione degli allagamenti, aggiornata alle ore 12,30 relativa al tratto di competenza del Consorzio di Bonifica Fiumi e Fossi di Pisa. Le zone di maggiore criticità riguardano San Giuliano, località Orzignano, con il fosso del mulino (manutenzione a carico della Provincia) che ha raggiunto il livello critico ed è ora a rischio esondazione.

 

Allagamenti in via Carlo Marx, a San Martino Ulmiano. Problemi anche in via di Gello, in prossimità di San Giuliano Terme.

 

A Porta a Lucca la zona intorno a via Randaccio è stata chiusa al traffico. Il Fosso delle palazzine, il collettore che confluisce le acque all’impianto idrovoro di porta a Lucca, sta funzionando regolarmente. Si ricorda che in caso di allagamenti, o tracimazioni di corsi d'acqua, è possibile contattare i numeri 3483701087 oppure 3465714236, servizio attivo 24/h.

 

 
CENTINAIA DI INTERVENTI DEI POMPIERI

 
I vigili del fuoco di Pisa da stamani hanno effettuato centinaia di interventi a causa delle richieste di soccorso per gli allagamenti determinati dall'ondata di maltempo che si è abbattuta sulla città e sull'hinterland.

 

Turni raddoppiati anche in sala operativa per smaltire il più in fretta possibile le richieste che continuano ad arrivare dai cittadini, ma la lista d'attesa è ancora fitta e nonostante ormai abbia smesso di piovere sono ancora diverse decine le richieste d'intervento inevase. Il centro di coordinamento soccorsi per l'emergenza maltempo, convocato in modo permanente presso la prefettura, ha deciso già dalla mattinata di rafforzare la presenza degli operatori nelle sale operative di vigili del fuoco, polizia e carabinieri, ma anche ai centralini di questura e prefettura.

 

IN VALDERA

 

A Montecastello, frazione di Pontedera, alcuni cavi elettrici si sono staccati per colpa del vento e famiglie sono rimaste senza luce. Numerose le zone allagate del Padule tra Bientina e Altopascio. Nella zona di Cascina si sono gonfiati sensibilmente i torrenti.

Fonte: ANSA


 
Invia
 
 

Nessun Commento Inserito
la tua cittĂ 
notizie oggi gonews24 ultimi commenti
Feed RSS
Feed podcast
Feed podcast
Firefox Opera Internet Explorer Safari Valid XHTML 1.0 Valid CSS 2.0 Valid WAI 1.0 powered by Genetrix