Ascolta Radio Lady Ascolta Radio Sei Sei Radio Lady
scegli la data di ricerca
Attualità
10
Utenti Online:
Contatti Oggi
1205
Utenti:
1292
Pagine:
Contatti Ieri
2722
Utenti:
2923
Pagine:
  registrati
Empoli F.C.BasketCalcio UISP
scrivici un messaggio
Siena
Palazzo di Giustizia a Siena

Monte dei Paschi, il pm Natalini pronto a difendersi: "Querelerò chi pubblicherà notizie false sul contenuto della telefonata"

Il suo avvocato con una nota spiega la posizione dell'assistito: "So che la procura sta per archiviare il caso. Lui non ha rivelato niente che già non era apparso sui giornali"
08/08/2013 - 13:42

Il pm di Siena Aldo Natalini ''è intenzionato a sporgere querela per diffamazione nei confronti di tutti coloro che hanno pubblicato o pubblicheranno notizie non corrispondenti al vero in ordine al contenuto della telefonata, in quanto gravemente lesive delle sua reputazione''.

 
E' quanto scrive l'avvocato David Brunelli, legale di uno dei tre magistrati di Siena titolari dell'inchiesta sul Monte dei Paschi dopo la pubblicazione di notizie su un'indagine aperta dalla procura di Viterbo per una telefonata intercorsa tra lo stesso Natalini e un avvocato suo ''amico d'infanzia, del quale é stato anche testimone di nozze, nel mese di febbraio del corrente anno''.
 
''Risulta al sottoscritto che la procura della Repubblica Viterbo - continua la nota dell'avvocato - è orientata a concludere le indagini e a chiederne l'archiviazione, essendo evidente l'inesistenza di qualunque profilo penale della vicenda'' sulla quale, in ogni caso, spiega ancora il legale la magistratura viterbese ''aveva inizialmente ipotizzato una rivelazione di segreti d'ufficio da parte del dottor Natalini''.
 
Il magistrato, prosegue la nota, ''si è immediatamente difeso - senza peraltro eccepire la non utilizzabilità nei suoi confronti della intercettazione telefonica - chiarendo che nel corso della conversazione egli non aveva rivelato alcunché all'amico, essendosi limitato a commentare alcuni profili giuridici delle indagini in corso, sulla base di notizie già ampiamente apparse sugli organi di informazione''.

 
Per il pm Natalini a Viterbo si va verso l'archiviazione

 

- Entro una decina di giorni la posizione del pm Aldo Natalini dovrebbe essere archiviata poiché "non si ravvede la violazione del segreto istruttorio" in merito alla conversazione telefonica avvenuta circa due mesi fa con l'avvocato viterbese Samuele De Santis, suo vecchio amico. Lo si apprende da fonti della procura di Viterbo. In merito all'indagine sul pm di Siena Aldo Natalini, fonti della Procura di Viterbo riferiscono che il contenuto dell'intercettazione telefonica apparsa ieri su un quotidiano sarebbe "esagerato, se non falso in alcuni passaggi".

 

In merito alla diffusione di queste notizie, la stessa Procura non esclude l'apertura di un fascicolo. L'avviso di garanzia, si è appreso in ambienti della procura, è stato consegnato al pm Natalini, come atto dovuto. Per la Procura di Viterbo - l'indagine è seguita dal pm Massimiliano Siddi - si tratterebbe appunto solo di una chiacchierata tra amici. Stamattina a Viterbo avrebbe dovuto tenersi una conferenza stampa del procuratore capo Alberto Pazienti e del pm Massimiliano Siddi, poi saltata a causa dell'assenza di quest'ultimo.

 

Storace, Procuratore non minacci, da noi solo notizie

 

"La vicenda Natalini riguarda lo scandalo Mps e il nostro quotidiano ne ha dato notizia per primo e in esclusiva. Spiace che un alto magistrato minacci iniziative giudiziarie contro la diffusione di una notizia confermata dal legale dello stesso Natalini". Così Francesco Storace, leader de La Destra, sul 'Giornale d'Italia'.

 

"Se il procuratore Salerno - visto che si è affidato a un comunicato stampa - ha deciso di uscire dal riserbo, il Giornale d'Italia e' a disposizione per sapere che cosa intendeva dire con la sua nota che abbiamo riportato. Noi non abbiamo mai pregiudizi, dottor Salerno, e neppure nei riguardi del suo pm Natalini. È un'altra procura che lo ha messo sotto inchiesta, e noi saremmo venuti meno al nostro dovere se non avessimo informato i nostri padroni, i lettori che ci seguono sempre più numerosi ogni giorno con i loro clic quotidiani. Se non avrà commesso reato ne saremo lieti per lui e ve la vedrete con chi lo ha indagato. Ma non serve minacciare querele. Noi siamo qui, a riferire le posizioni delle parti in campo. Se la procura di Siena e' disponibile per un'intervista sul lavoro del dottor Natalini nell'indagine sul Monte dei Paschi siamo disponibilissimi. Ovviamente, senza violare il segreto istruttorio....".

Fonte: ANSA


 
Invia
 
 

Nessun Commento Inserito
la tua cittĂ 
ultimi commenti
Feed RSS
Feed podcast
Feed podcast
Firefox Opera Internet Explorer Safari Valid XHTML 1.0 Valid CSS 2.0 Valid WAI 1.0 powered by Genetrix