Ascolta Radio Lady Ascolta Radio Sei Sei Radio Lady
scegli la data di ricerca
Attualità
18
Utenti Online:
Contatti Oggi
706
Utenti:
1054
Pagine:
Contatti Ieri
1986
Utenti:
2525
Pagine:
  registrati
Empoli F.C.BasketCalcio UISP
scrivici un messaggio
Pisa
Grazia Sestini

L'Andi aderisce al progetto 'Adotta un sorriso'. Sestini: "Un'iniziativa da replicare in tutta la Toscana"

Le cure e prevenzione della salute infantile sarebbero a rischio a causa della crisi
11/10/2013 - 16:07

L’allarme è stato lanciato da medici di base, pediatri, istituzioni e confermato da numerose indagini: in tempi di crisi cure e prevenzione della salute infantile sono in difficoltà. Recentemente, nel corso di un congresso, docenti di Odontoiatria hanno evidenziato come una famiglia su tre non porta più i figli a curare i denti per ristrettezze economiche. Molti optano per le strutture pubbliche (con un aumento delle richieste del 20 per cento nel 2012), che però sono al collasso. Azioni di solidarietà volte a migliorare le condizioni di salute e gli stili di vita di bambini e adolescenti sono quindi da accogliere con “particolare plauso” e con “l’auspicio che non rimangano isolate”. 

 

È il caso del progetto “Adotta un sorriso” proposto dall’Associazione Nazionale Dentisti Italiani (Andi) cui ha aderito la Società della Salute Zona Pisana attraverso un protocollo d’intesa siglato lo scorso 7 ottobre.

 

Un progetto e una “buona pratica” che “ben si colloca tra quelle misure che vanno incontro alla prevenzione di patologie” osserva il Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza Grazia Sestini, recependo l’intesa firmata.

 

“Questa iniziativa – continua il Garante – potrebbe fare da apripista per interventi simili da mettere in campo in tutta la Toscana”.

 

Il protocollo prevede che i soci della sezione provinciale Andi di Pisa che intendano aderire all’iniziativa di solidarietà effettuino, in forma gratuita, prestazioni di diagnosi e cura nei confronti di minori in carico ai servizi sociali. Il progetto “Adotta un sorriso” è finalizzato non solo al miglioramento della salute orale dei minori, si prefigge anche un obiettivo di tipo epidemiologico per individuare le principali necessità terapeutiche e odontoiatriche. Al termine del primo anno di attività sarà infatti eseguito uno studio statistico che darà indicazioni sulle patologie prevalenti e sulle analisi dei bisogni terapeutici.

 

Fonte: Toscana Consiglio Regionale


 
Invia
 
 

Nessun Commento Inserito
la tua cittĂ 
ultimi commenti
Feed RSS
Feed podcast
Feed podcast
Firefox Opera Internet Explorer Safari Valid XHTML 1.0 Valid CSS 2.0 Valid WAI 1.0 powered by Genetrix