Ascolta Radio Lady Ascolta Radio Sei Sei Radio Lady
scegli la data di ricerca
Attualità
6
Utenti Online:
Contatti Oggi
65
Utenti:
69
Pagine:
Contatti Ieri
2139
Utenti:
2765
Pagine:
  registrati
Empoli F.C.BasketCalcio UISP
scrivici un messaggio
Prato
Anna Lisa Nocentini

La città diventa la sede operativa delle Major Cities of Europe: firmato un protocollo

L'assessore Nocentini: "Un risultato importante per una città come la nostra tecnologicamente avanzata"
11/10/2013 - 17:05

"Con questo accordo realizzato con le Major Cities of Europe la città  di Prato si è dimostrata ancora capace di porsi al centro  dell'attenzione internazionale, così come nella cultura e  nell'economia, in questo caso nel campo dell'innovazione tecnologica.  Essere la terza città dell'Italia centrale e la seconda della Toscana  significa anche avere il coraggio di interpretare un ruolo che solo da  alcuni anni abbiamo intrapreso e che in passato era rimasto troppo a  lungo sotto traccia".


Con queste parole il sindaco Roberto Cenni ha commentato la firma del  protocollo d'intesa, avvenuta questa mattina, fra il Comune di Prato,  la presidenza delle Major Cities e il PIN, polo universitario pratese,  per rendere Prato la sede operativa delle Major Cities of Europe.



"Un risultato importante - afferma l'assessore all'Innovazione Anna  Lisa Nocentini - che sicuramente è anche un riconoscimento per l'aver  curato l'organizzazione, coronata da successo, della conferenza  annuale della rete nel Maggio 2011 al Politeama. Con questo accordo si  rafforza l'immagine della città in ambito europeo e sarà ulteriormente  rafforzato il compito di costruire relazioni e partnership nel campo  della progettazione e della ricerca Europea. Prato è una città  tecnologicamente avanzata, aspetto fondamentale per il miglioramento  della qualità dei servizi pubblici e per lo stesso futuro della città".



Presente alla conferenza anche il presidente di MCE, Giorgio Prister  che si è detto molto soddisfatto della scelta di Prato come sede  organizzativa di questa realtà che ha come obiettivo quello di scambio  di esperienze fra città che si occupano di ICT, information and  communication technology. "Il ruolo della sede operativa - ha  affermato il presidente Prister - sarà quello di gestire il sito della  rete, oltre a curare i collegamenti con le altre città, la  realizzazione di conferenze e seminari. Per noi, per la nostra  esistenza, è essenziale la presenza di una sede".



Sarà il PIN, polo universitario pratese, ad avere il compito di  Gestione dei contenuti del sito e delle attività di segreteria. Il  Polo già collabora con il Comune in attività di ricerca e per la  partecipazione ad iniziative progettuali dell'Unione Europea in ambito  di ICT e innovazione. "E' per noi motivo di orgoglio - ha affermato il  presidente del PIN Maurizio Fioravanti - avere questo importante  compito che sono certo svolgeremo nel migliore dei modi anche grazie  alla collaborazione dei nostri ex studenti neo laureati".



Prato è in contatto con questa organizzazione, nata 32 anni fa, fin  dagli anni '90, dal 2008 ne è divenuto formalmente membro e dal 2009  fa parte del Comitato organizzativo. Il rappresentante del Comune,  l'ingegner Paolo Boscolo del Sistema informativo è, dal 2011,  vice-presidente della rete. Insieme a Prato sono all'interno della  rete anche altre città italiane come Roma, Venezia, Genova, Livorno,  Trieste e Modena. La rete aveva, fino ad oggi, la sua sede operativa  presso la città di Bremerhaven (vicino a Brema) in Germania. Questa  città, per motivi organizzativi interni, ha chiesto di passare il  testimone ed il rappresentante di Prato ha subito avanzato, assieme ad  altre città,  la candidatura di Prato quale nuova sede.

Fonte: Comune di Prato - Ufficio Stampa


 
Invia
 
 

Nessun Commento Inserito
la tua cittĂ 
ultimi commenti
Feed RSS
Feed podcast
Feed podcast
Firefox Opera Internet Explorer Safari Valid XHTML 1.0 Valid CSS 2.0 Valid WAI 1.0 powered by Genetrix