Ascolta Radio Lady Ascolta Radio Sei Sei Radio Lady
scegli la data di ricerca
Attualità
3
Utenti Online:
Contatti Oggi
278
Utenti:
303
Pagine:
Contatti Ieri
2724
Utenti:
3815
Pagine:
  registrati
Empoli F.C.BasketCalcio UISP
scrivici un messaggio
Massa

Esposto degli animalisti contro la macellazione rituale di 200 agnelli

Il Comune: "Se è tutto nella norma non possiamo fare niente per impedirla"
11/10/2013 - 21:27

200 agnelli sono stati portati a Massa e vengono custoditi all'interno di una proprietà privata, in attesa di una macellazione rituale, che avverrà il 15 ottobre, in occasione della festa islamica del sacrificio.

 

I capi di bestiame, secondo un esposto presentato alla Asl 1 di Massa Carrara, firmato da una associazione animalista, avrebbero però dubbia provenienza e sarebbero custoditi "in violazione delle più elementari norme igienico sanitarie e delle modalità prescritte dalla legge, in materia di macellazione".

 

In queste ore si stanno svolgendo, a seguito dell'esposto, alcuni sopralluoghi all'interno delle due stalle in cui si trovano i 200 agnelli. Il Comune di Massa fa sapere che "se dovesse risultare tutto a norma, non potrà essere impedita la macellazione rituale, poiché la legge italiana prevede il rispetto dei culti e delle tradizioni religiose". 

 
"Stalle fatiscenti, precarie, pericolose e inadatte ad accogliere un numero così elevato di capi di bestiame". Si legge anche questo nell'esposto presentato dalla Lega del cane di Massa Carrara alla Asl 1 e al comune di Massa, in merito all'arrivo di 200 agnelli destinati ad una macellazione rituale, prevista il 15 ottobre in occasione della festa del sacrificio islamica.
 
Secondo la Lega del cane alcuni volontari avrebbero tentato di effettuare un sopralluogo alle stalle, ma non è stato loro permesso di entrare. Hanno visto però gli agnelli e scorto le condizioni delle stalle che appartengono ad una famiglia di pastori. Nell'esposto si legge anche che gli agnelli sarebbero già stati tutti venduti al costo di 250 euro l'uno.
 
Secondo la Lega del cane, che nell'esposto parla di fonti sia dirette che confidenziali,la detenzione di questi agnelli violerebbe anche le norme fiscali, ovvero risulterebbero "senza il rilascio di alcun documento contabile". 

Fonte: ANSA


 
Invia
 
 

la tua cittĂ 
ultimi commenti
Feed RSS
Feed podcast
Feed podcast
Firefox Opera Internet Explorer Safari Valid XHTML 1.0 Valid CSS 2.0 Valid WAI 1.0 powered by Genetrix