Ascolta Radio Lady Ascolta Radio Sei Sei Radio Lady
scegli la data di ricerca
Attualità
3
Utenti Online:
Contatti Oggi
278
Utenti:
303
Pagine:
Contatti Ieri
2724
Utenti:
3815
Pagine:
  registrati
Empoli F.C.BasketCalcio UISP
scrivici un messaggio
Sesto Fiorentino

Incontro con il console che salvò centinaia di oppositori durante la dittatura argentina

Enrico Calamai parlerà sabato 12 ottobre su "l’esperienza di due dittature militari" in Sud America
11/10/2013 - 19:21

Se non fosse stato per lui, l’interminabile elenco dei desaparecidos della dittatura argentina sarebbe ancora più lungo. Centinaia di persone, perlopiù di origine italiana, devono infatti la propria vita a Enrico Calamai, giovane diplomatico di stanza a Buenos Aires nel 1976 e negli anni successivi al tragico colpo di Stato, che riuscì a salvare tanti oppositori politici del regime facendoli espatriare a rischio della sua stessa vita.

 

Domani, sabato 12 ottobre, Calamai sarà a Sesto Fiorentino per aprire l’ottava edizione della Settimana della pace organizzata dall’amministrazione comunale, il cui programma prevede quest’anno un focus su due importanti anniversari che cadono proprio quest’anno: il quarantesimo del colpo di Stato in Cile e il trentesimo della fine della dittatura dei militari in Argentina.

 

Alle 11,30 l’ex console sarà il protagonista di un incontro pubblico dal titolo “Cile e Argentina: l'esperienza di due dittature militari” (palazzo comunale, sala Biondi, ore 11,30).

 

L’appuntamento, al quale parteciperà anche il sindaco Gianni Gianassi, sarà preceduto dall’inaugurazione della mostra fotografica del reporter di guerra italiano Lorenzo Moscia, “La Libia prima e dopo Gheddafi”, che resterà in mostra nella scalinata interna del municipio fino a venerdì 26 ottobre.

Fonte: Comune di Sesto Fiorentino - ufficio stampa


 
Invia
 
 

Nessun Commento Inserito
la tua cittĂ 
ultimi commenti
Feed RSS
Feed podcast
Feed podcast
Firefox Opera Internet Explorer Safari Valid XHTML 1.0 Valid CSS 2.0 Valid WAI 1.0 powered by Genetrix