Ascolta Radio Lady Ascolta Radio Sei Sei Radio Lady
scegli la data di ricerca
Sport
4
Utenti Online:
Contatti Oggi
1481
Utenti:
1969
Pagine:
Contatti Ieri
2218
Utenti:
2586
Pagine:
  registrati
Empoli F.C.BasketCalcio UISP
scrivici un messaggio
Calcio
Vincenzo Montella

Parla Vincenzo Montella: "I cori contro il Napoli gravi come buu razzisti"

Il tecnico della Fiorentina: "Qualcosa va fatto e tutti ci dobbiamo impegnare per cambiare le cose, ma è ingiusto per questo chiudere uno stadio"
13/10/2013 - 15:13

''I cori contro i napoletani danno fastidio e sono gravi come quei buu che si fanno a volte per il colore della pelle. Io sono napoletano e sono abituato a sentire quei cori. Dà fastidio ma non ho avuto scompensi psicologici nel mio percorso di vita''. Così Vincenzo Montella, tecnico della Fiorentina, nel corso del suo intervento a 'Tutti Convocati Week End' su Radio 24.

 

''Qualcosa va fatto e tutti ci dobbiamo impegnare per cambiare le cose - aggiunge -, però trovo ingiusto chiudere uno stadio perché una parte della tifoseria ha cantato un coro razzista o di discriminazione territoriale che più o meno è la stessa cosa''. E in vista della sfida con la Juventus, domenica prossima a Firenze, gara già di suo molto 'calda' per la nota rivalità tra le due tifoserie, il tecnico viola commenta: ''L'anno scorso ho assistito a un Fiorentina-Juventus in cui c'è stato il massimo della civiltà da una parte e dall'altra. Non si può privare il tifoso dello sfottò in quanto tale, senza esagerazioni. La gara contro la Juventus? So quanto vale questa partita per i tifosi. Nella passata stagione facemmo bene ma speriamo di riuscire a vincere anche giocando meno bene stavolta''. ''Noi - prosegue - vogliamo provare a vincere per recuperare in classifica e perché sappiamo che Firenze ci tiene particolarmente. La squadra di Conte non sarà impreparata dal punto di vista nervoso perché sono più abituati di noi a fare partite di questo tipo. Juve meno 'affamata' rispetto alla scorsa stagione? La tenacia di Conte è la stessa. Di diverso c'è che anche le altre squadre si rinforzano e mi riferisco a Napoli e Inter''.

 

La Fiorentina, invece, sembra trovare maggior difficoltà dopo la fantastica stagione dello scorso anno: ''Le critiche per l'inizio di campionato vanno accettate - sottolinea Montella - perché significa che la squadra è cresciuta molto ed è un vanto, non deve essere presa come una critica negativa. E' motivo di crescita se dopo un pareggio in trasferta con la Lazio, sofferto, si dice che la Fiorentina è sotto tono. Vogliamo competere su tutti e tre i fronti (campionato, Coppa Italia ed Europa League, ndr) anche se questo significa lasciare qualcosa per strada''. In settimana rientreranno anche i nazionali, a giro ben 11 giocatori. In anticipo, anche per la gioia di Montella e di tutta la Fiorentina, Cuadrado (squalificato con la sua nazionale, non giocherà la gara di mercoledì): ''Sicuramente fa piacere, anche se tornerà appena due giorni prima del solito - il commento di Montella parlando a margine della manifestazione Corri la Vita stamani a Firenze -. Quando torna a correre Mario Gomez? Me lo aspettavo - aggiunge ridendo - qui oggi ma prossimamente lo farà''.

 

Infine su Roma-Napoli di venerdì prossimo: ''E' una partita d'alta classifica ma siamo solo all'inizio. Totti? Ho imparato a capire Francesco e come gioca con il tempo. Non sorprende mai perché, anche se fisicamente non può essere quello di 7-8 anni fa, ha un'intelligenza calcistica e una tecnica troppo superiore agli altri''.

Fonte: ANSA


 
Invia
 
 

napoletani - toscanaccio (13/10/2013 17:16)
la tua cittĂ 
ultimi commenti
Feed RSS
Feed podcast
Feed podcast
Firefox Opera Internet Explorer Safari Valid XHTML 1.0 Valid CSS 2.0 Valid WAI 1.0 powered by Genetrix