Ascolta Radio Lady Ascolta Radio Sei Sei Radio Lady
scegli la data di ricerca
Sport
1
Utenti Online:
Contatti Oggi
943
Utenti:
983
Pagine:
Contatti Ieri
2134
Utenti:
2229
Pagine:
  registrati
Empoli F.C.BasketCalcio UISP
scrivici un messaggio
Atletica
Daniele Meucci

Il pisano Meucci sorprende con un bronzo europeo a Barcellona

Il mezzofondista corre la gara della vita sui 10.000 metri e arriva terzo in volata sfiorando l'argento: "Sono contento, mi sono buttato"
28/07/2010 - 14:10

Daniele Meucci, atleta pisano di 24 anni, ha fatto l’impresa. Ha vinto una medaglia di bronzo nei 10.000 metri ai campionati europei in corso a Barcellona.

Con la sua grande corsa regala all'Italia la seconda medaglia continentale dopo l'argento di Schwazer nella 20 km di marcia inaugurale.

Favorito da una prima metà gara molto lenta, l’ingegnere pisano porta a casa un bronzo nei 10.000 (28’27”33) che alla vigilia non era neppure pronosticabile.

L’oro va al collo del britannico Farah (28’24”99) e l’argento al connazionale Thompson (28’27”33), che brucia l'azzurro proprio sul filo di lana dopo una rimonta del pisano che ha fatto sperare in un clamoroso secondo posto, sfiorato a 3 millesimi dal petto.

 

"Sono contento perché non me l'aspettavo - ammette Daniele Meucci -. Io pensavo di finire sesto o settimo, poi quando ho visto che le gambe giravano ho detto magari salto l'ultimo giro ma provo a stare con loro. Ho provato fino in fondo e mi sono buttato. Ormai sono abituato a perdere le volate così, ma sono contento comunque. Dedico questa medaglia a tutte le persone che mi sono state vicine e soprattutto a Massimo Rosellini che ci ha lasciato. E' stato lui insieme al mio allenatore Luigi Principato a farmi arrivare fin qui".

Pisano di nascita Meucci si è avvicinato all'atletica in età avanzata, all'età di 17 anni. Viene scoperto da alcuni tecnici durante una gara amatoriale a Follonica. Nel 2006 e nel 2007 impone il suo dominio in Italia vincendo nei 10.000 e nei 5.000 metri. Sempre nel 2007 conquista la medaglia di bronzo sui 10.000 metri ai Campionati europei under-23 di Debrecen. In quel momento si verifica un episodio che segna in parte la sua carriera. Subito dopo la gara ha un diverbio con un dirigente FIDAL e in ottobre la Commissione giudicante nazionale lo squalifica per sei mesi. Poi inibisce per diciotto mesi il suo allenatore Luigi Principato per comportamento antisportivo. Un mese dopo però la squalifica viene ridotta a quattro mesi e l'inibizione a carico dell'allenatore è annullata. L'anno successivo diventa campione italiano assoluto anche sulla distanza dei 3.000 metri indoor.

Poi l'esplosione con questa medaglia di bronzo agli Europei, risvegliando una tradizione azzurra nel mezzofondo che nei tempi d'oro (anni '80 e inizio anni '90) si realizzava con fuoriclasse del calibro di Mei, Cova, Antibo, Panetta, Lambruschini, Carosi e un vivaio di talenti d'alto livello.

 

I TEMPI MIGLIORI DI MEUCCI

 

- 1500 metri 3'47"32
- 3000 metri 7'50"53 - 7'56"53 (indoor)
- 5000 metri13'26"09
- 10000 metri 28'08"4


 
Invia
 
 

Nessun Commento Inserito
la tua cittĂ 
ultimi commenti
Feed RSS
Feed podcast
Feed podcast
Firefox Opera Internet Explorer Safari Valid XHTML 1.0 Valid CSS 2.0 Valid WAI 1.0 powered by Genetrix