Ascolta Radio Lady Ascolta Radio Sei Sei Radio Lady
scegli la data di ricerca
Attualità
44
Utenti Online:
Contatti Oggi
4553
Utenti:
4966
Pagine:
Contatti Ieri
6830
Utenti:
7476
Pagine:
  registrati
Empoli F.C.BasketCalcio UISP
scrivici un messaggio
Colle Val d'Elsa
Il liceo 'Volta' di Colle Val d'Elsa

Due classi in meno al liceo 'Volta'. Quattro sindaci manifestano la loro rabbia

Intervento firmato, oltre che dal primo cittadino locale, da quelli di Certaldo, San Gimignano e Poggibonsi. "Una decisione tardiva che rischia di mettere in discussione la qualità formativa"
26/08/2010 - 11:40

“Siamo sconcertati per una decisione che di nuovo rischia di mettere in discussione la qualità formativa del liceo ‘Alessandro Volta’ e per i tempi in cui è stata comunicata, mettendo in difficoltà numerosi alunni e le rispettive famiglie”. Con queste parole Paolo Brogioni, sindaco di Colle di Val d’Elsa, dove ha sede la scuola; Lucia Coccheri, primo cittadino di Poggibonsi; Giacomo Bassi, sindaco di San Gimignano e Andrea Campinoti, sindaco di Certaldo, commentano la comunicazione inviata dall’Ufficio scolastico provinciale (di tagliare due classi al liceo colligiano, una terza e una quarta.



“Questa decisione – commentano i sindaci – aggrava quanto stabilito a fine luglio e quanto aveva già portato all’eliminazione di una quarta ginnasio (prima classe al liceo classico) e all’accorpamento di due classi quinte ginnasio (seconda classe al liceo classico). In quella occasione, avevamo accolto la decisione con parziale soddisfazione, in quanto rispetto alla prima impostazione c’era stato un ripensamento, criticando una riforma scolastica che penalizza il sistema di istruzione con tagli indiscriminati e incide sulla formazione dei nostri giovani e sulla qualità didattica delle nostre scuole”.



“Oggi, di fronte a questo nuovo taglio – concludono Brogioni, Coccheri, Bassi e Campinoti – non possiamo accettare una scure così pesante sulla costruzione del futuro dei nostri ragazzi. Accanto al disagio emerge una grande mobilitazione nel mondo della scuola, della società civile e nei partiti. Noi, come abbiamo fatto fin dalla prima denuncia di questa vicenda, faremo il possibile per essere al fianco della scuola, della dirigente scolastica, dei ragazzi e dei loro genitori, che stanno subendo gli effetti di una riforma ingiusta e iniqua, e cercheremo di salvaguardare le attività didattiche di una scuola, come il liceo Volta, che si è sempre distinta per la sua qualità come polo di formazione umanistica in Valdelsa”.

 

Tra l'altro Andrea Campinoti è stato anche allievo del liceo colligiano a fine anni Ottanta, ottenendo il diploma.
 

Fonte: Comune di Colle Val d'Elsa - Ufficio Stampa


 
Invia
 
 

Nessun Commento Inserito
la tua cittĂ 
notizie oggi gonews24 ultimi commenti
Feed RSS
Feed podcast
Feed podcast
Firefox Opera Internet Explorer Safari Valid XHTML 1.0 Valid CSS 2.0 Valid WAI 1.0 powered by Genetrix